"Tecnopolitica" di Stefano Rodotà a 20 anni dalla pubblicazione [Roma, 2 dicembre 2017, 10:00÷17:00]

Sperando di fare cosa gradita, segnalo l’evento in Oggetto.

Cordialmente

 

Fulvio Ananasso

 

*********************************************

https://www.centroriformastato.it/leggere-tecnopolitica-stefano-rodota-20-anni-dalla-pubblicazione/

Sabato 2 dicembre 2017, dalle 10:00 alle ore 17:00, c/o FIOM nazionale (Corso Trieste 36, Roma) il seminario organizzato da CRS, Fondazione Basso, Openpolis e Il Secolo Della Rete per discutere sull’attualità dei temi trattati dal libro di Rodotà.

 

Era il 1997 quando fu stampata la prima edizione di “Tecnopolitica” di Stefano Rodotà.

Stupefacente è l’attualità e la lungimiranza di un testo dal quale molti degli studiosi che oggi si occupano degli effetti politici della trasformazione digitale hanno tratto i loro strumenti di interpretazione.

La proposta di rileggere questo libro non ha solo l’obiettivo di riprendere i temi analizzati nei suoi capitoli e di verificarli alla luce della attualità, ma anche quello di riflettere sulle conseguenze dell’enorme accelerazione della trasformazione digitale di questi ultimi venti anni e in particolare sui suoi effetti sulla forma e sui contenuti dell’azione politica.

Gli anni in cui il libro è stato pubblicato sono gli anni in cui la diffusione della rete inizia ad estendersi, ma in cui nessuno degli attori oggi egemoni aveva ancora iniziato la sua attività. Era allora viva (anche se ancora non diffusa) l’idea che i nuovi strumenti digitali potessero abilitare un cambiamento positivo nella società e nella politica.

Oggi gli studiosi più attenti iniziano a denunciare il ribaltamento di quella speranza e il consolidarsi di un utilizzo del digitale che rafforza gli aspetti più negativi dell’organizzazione della politica e della società, e nasconde i suoi meccanismi di funzionamento mediante una diffusa retorica positiva dell’innovazione.

Ma debole, nonostante questa denuncia, sembra essere oggi la capacità di analisi critica, come se gli anni che ci separano dalla pubblicazione di Tecnopolitica e la potenza economica e seduttiva del digitale, avessero offuscato la lucidità interpretativa che possiamo invece ritrovare nelle pagine di Rodotà.

Rileggerle oggi potrà aiutarci a ritrovare il rigore e l’efficacia di una capacità critica non condizionata dalla superficiale contingenza del quotidiano.

Visualizzazioni: 21

Commento

Devi essere membro di Club Dirigenti Tecnologie dell'Informazione di Roma per aggiungere commenti!

Partecipa a Club Dirigenti Tecnologie dell'Informazione di Roma

© 2017   Creato da Daniela Ruggeri.   Tecnologia

Badge  |  Segnala un problema  |  Termini del servizio